Comune di Lazise

Artisti di strada

AVVISO  PUBBLICO
PER  L’ASSEGNAZIONE  DI  POSTAZIONI  PER  LO  SVOLGIMENTO DELL’ATTIVITA’  DI ESPRESSIONI ARTISTICHE DI STRADA A CARATTERE “TEMPORANEO”
 
Il presente Avviso è diretto esclusivamente ad  artisti nuovi, giovani e/o di passaggio in città e che comunque non siano già concessionari del suolo pubblico sul territorio comunale per l’esercizio delle arti di strada.
 
Il Comune di Lazise, allo scopo di incrementare le arti di strada e sostenere e valorizzare  tutte le forme di espressioni artistiche, mette a disposizione degli artisti nuovi, giovani e/o di passaggio in città e comunque non  siano  già  concessionari  del  suolo  pubblico  sul  territorio  comunale  per l’esercizio  delle  arti  di strada le sotto elencate postazioni individuate dalla Giunta Comunale con delibera n. 68 del 07.04.2016  per  lo svolgimento delle suddette attività e da assegnare per il  biennio 2018/2019 suddivise nelle seguenti tipologie:
• Musicisti
• Mimi, burattinai, artisti delle bolle di sapone, cantore, etc…
• Statue viventi
• Madonnari
 
Aree – Postazioni per l’esercizio dell’attività espressiva:

 
POSTAZIONE AREA e prescrizioni ORARIO NUMERO DEI POSTI  
Piazzetta Partenio Piazza lato chiesetta San Niccolò ed ingresso
Dogana
10.00 – 23.00 1
espressioni artistiche di strada
 
Piazza Vittorio Emanuele II Fronte  Banca “Unicredit” 10.00 – 23.00 1
espressioni artistiche di strada
 
Lungolago Marconi Intersezione Via Arco 10.00 – 23.00 1
espressioni artistiche di strada
 
Via Albarello/Corso
Ospedale
  10.00 – 23.00 1
espressioni artistiche di strada
Piazzetta Beccherie   10.00 – 23.00 1
espressioni artistiche di strada
Pacengo Piazza del Porto 10.00 – 23.00 1
espressioni artistiche di strada
Colà Piazza Don Vantini 10.00 – 23.00 1
espressioni artistiche di strada
Colà Piazza Pozzo 10.00 – 23.00 1
espressioni artistiche di strada
 
Durante il biennio di riferimento le postazioni potranno essere concesse ai richiedenti, singoli artisti o gruppi, esclusivamente  per  un  solo  periodo  al  mese  per  la  durata  massima  di  7  giorni continuativi.
 
I richiedenti dovranno indicare nell’apposita tabella la postazione desiderata e il relativo periodo, scegliendo fino ad un massimo di quattro periodi e relative postazioni.
 
I richiedenti devono essere in possesso del seguente requisito:

 
  • essere cittadino italiano, o cittadino comunitario, o cittadino extracomunitario munito di permesso o carta di soggiorno
 
Ciascun artista dovrà specificare la categoria di attività, la postazione ed i giorni di attività richiesti.
 
Nel caso di più domande presentate per la stessa località e con giorni di attività che si sovrappongono, verrà data precedenza alla “domanda per assegnazione” pervenuta prima al protocollo del Comune, in modo da evitare la presenza nel medesimo periodo e nella medesima postazione di più di un artista .
 
La  prenotazione  suddetta  dovrà  essere  formalizzata –  almeno  10  giorni  prima  dell’effettivo  inizio dell’attività   –   mediante   presentazione  a mano da consegnare all’ufficio protocollo oppure, in alternativa, tramite P.E.C. all’indirizzo comune.lazise.urp@halleypec.it;
 
L’area  di  massimo  ingombro  di  ciascuna  postazione  è  di  mq.  2,00,  con  esclusione  di  quella destinata  all’attività  dei  madonnari,  e  deve  contenere  gli  strumenti  e  le  attrezzature  strettamente necessari allo svolgimento dell’attività. L’ampiezza massima della piazzola destinata all’attività dei madonnari è di mq. 7,00.
 
Le  concessioni di suolo pubblico rilasciate a seguito della domanda (non cedibili a terzi) riporteranno  in  dettaglio  gli  spazi  assegnati.  La concessione rilasciata  ad  un  gruppo  di  artisti  è intestata in nome collettivo a tutti i componenti che potranno esibirsi anche in mancanza di uno o più dei componenti concessionari.
 
L’esercizio dell’attività è comunque subordinato al   rilascio effettivo dell’atto concessorio, al pagamento  del  Canone  Occupazione  Spazi  e  Aree  Pubbliche  e  all’osservanza  del  regolamento  per l’esercizio  delle  arti  di  strada  (Delibera  Consiliare  n. 54 del  30.11.2015),  al quale  si rimanda per tutto quanto non riportato nel presente Avviso.
 
Il rilascio della concessione è subordinato all’accettazione dei sotto elencati obblighi relativi all’espletamento dell’attività delle arti di strada  (art. 10 del suddetto regolamento). In mancanza di ciò i medesimi saranno considerati rinunciatari.
 
OBBLIGHI RELATIVI ALLESPLETAMENTO DELL’ATTIVITA’ DELLE ARTI DI STRADA:

 
  1. L’attività dovrà essere esercitata esclusivamente dai soggetti autorizzati nelle località, postazioni e con gli orari e stabiliti dall’Amministrazione Comunale.
 
  1. L’esercizio dell’attività non dovrà in alcun modo intralciare il traffico veicolare e pedonale, né importunare i turisti ed i residenti;
 
  1. Non dovranno essere utilizzati animali per gli spettacoli in questione, né dovrà essere sparso sul suolo pubblico qualsiasi cibo per animali;
 
  1. Non dovranno essere ostacolati gli ingressi agli esercizi commerciali;
 
  1. Lo spazio assegnato non potrà essere sub concesso ed utilizzato da altra persona, né a titolo gratuito, né oneroso;
 
  1. Dovrà  essere  data  tempestiva  comunicazione  scritta di  ogni  variazione  rispetto  alle dichiarazioni prodotte nell’istanza;
 
  1. L’operatore autorizzato è obbligato, limitatamente al luogo ed alla durata della sua attività, al mantenimento della pulizia nello spazio utilizzato e risponde di eventuali danneggiamenti al manto stradale o a qualsiasi struttura di proprietà pubblica;
 
  1. L’atto di autorizzazione/concessione dovrà essere sempre ostensibile agli organi di vigilanza, che ne facciano richiesta, unitamente a un documento di identità in corso di validità;
 
  1. L’attività dovrà svolgersi nel rispetto della normativa in materia dei diritti d’autore;
 
  1. In concomitanza di altre manifestazioni l’Amministrazione Comunale si riserva la facoltà di sospendere l’utilizzo  di  specifiche  postazioni,  dandone  comunicazione  ai  soggetti  che  ivi dovrebbero operare in base al meccanismo di turnazione o di concessione;
 
  1. Non è consentito l’esercizio della tecnica dello spray painting;
 
  • Sono  vietate  le  attività  che  si  esprimono  nella  realizzazione  di  oggetti  e  manufatti  che  si configurano  come  attività  artigianale  (realizzazione  e  rifinitura  di  monili,  maschere,  fiori, giocattoli, soprammobili o simili);
 
  1. Sono  vietate tutte le attività non svolte nel rispetto delle norme igienico-sanitarie, comprese quelle svolte su parti del corpo umano;
 
  • Sono  vietate  le  attività  che  offendono  il  comune  senso  del  pudore,  e  comunque  tutte  le attività già vietate da altre disposizioni di legge o regolamenti vigenti;
 
  • E’ vietato l’esercizio del commercio ambulante;
 
  1. E’ vietata qualsiasi forma di pubblicità;
 
  1. Nell’esercizio dell’attività di Arte di Strada, ove è previsto l’utilizzo della musica, dovranno comunque essere  rispettati  il  riposo e  la  quiete  pubblica  e  in  particolare  non  dovranno essere  superati  i  limiti di zona previsti dalla vigente normativa comunale in materia di inquinamento acustico;
 
  1. Nell’esercizio  dell’attività  di  espressione  artistica di  strada  l’artista  non  può  chiedere  il pagamento dei  biglietti  o  comunque  pretendere  un  corrispettivo  di  denaro  per  la  sua esibizione, essendo l’offerta, da parte del pubblico, libera;
 
  1. Nell’esercizio dell’attività di “madonnaro” devono essere utilizzati materiali e prodotti non indelebili  e che  non  danneggiano  il  sito  in  cui  si svolge  l’esercizio  medesimo,  ovvero persone  e cose.  L’attività potrà  essere svolta unicamente  con l’utilizzo di colori e materiali lavabili tali da non danneggiare in alcun modo le pavimentazioni.
 
  1. Nell’esercizio  dell’attività  di  mestiere  artistico di  strada  dovranno  essere  esposte  e commercializzate opere di esclusiva esecuzione dell’operatore concessionario;
 
Ai sensi dell’art. 12 del Regolamento per l’esercizio delle arti di strada, le violazioni, quando non costituiscano reato, saranno punite con una sanzione amministrativa da un minimo di 50,00 € ad un massimo di 500,00 € da applicarsi con le modalità e i criteri previsti dalla Legge 24/11/1981 n. 689 e s.m.i