Regione Veneto

Assegno di maternità

COS’È
È un assegno per le madri non lavoratrici.

A CHI È RIVOLTO
L’assegno di maternità può essere richiesto dalla madre del bimbo. La richiedente, per beneficiare dell’assegno, deve avere il bambino nella propria scheda anagrafica e convivere effettivamente con lui.

MODALITÀ DI ACCESSO
La domanda va presentata entro sei mesi dalla data del parto, dell’adozione o dell’affidamento pre-adottivo. Il Comune di Lazise ha stipulato una convenzione con il CAF CISL di Peschiera del Garda (tel. 045/7551972), presso il quale i cittadini aventi diritto possono, previo appuntamento, presentare gratuitamente la domanda.

DOCUMENTI RICHIESTI
  • fotocopia della certificazione ISEE completa di Dichiarazione sostitutiva unica (ISEE ordinario valido per prestazioni agevolate rivolte a minorenni);
  • fotocopia del permesso di soggiorno della dichiarante, o carta di soggiorno per familiari del cittadino comunitario, art. 10 D.L. 30/07;
  • fotocopia del permesso di soggiorno del bambino; in mancanza di essa alla data di presentazione della domanda, la richiedente dovrà presentarla all’Ufficio non appena ne entrerà in possesso. Fino a quel momento l’assegno di maternità non potrà essere erogato;
  • fotocopia della carta di identità o valido documento di identità e del codice fiscale della dichiarante;
  • fotocopia delle coordinate bancarie, per pagamento tramite Bonifico Bancario o Libretto Postale intestati alla dichiarante (codice IBAN).
torna all'inizio del contenuto